Semplicemente Cristiani è un laboratorio di idee, un luogo in cui mettere e mettersi in discussione, in cui essere liberi di avere dubbi e perplessità, di domandarsi cosa significa essere cristiani, di porsi domande sulla religione, la fede, la vita. Fondato nel 2015 da Marco Papasidero, giovane studioso di storia del cristianesimo e delle religioni, il progetto ha come obiettivo quello di porsi quale luogo di studio, incontro e riflessione, sia per chi compie un proprio cammino di ricerca spirituale, sia per chi è interessato a intraprenderlo, sia per chi vuole semplicemente capire e saperne di più.

La religione non viene qui considerata come un mero fenomeno culturale, ma come l’espressione della tensione dell’uomo nella relazione con il divino, nella ricerca costante di Dio. Ogni strumento è utile per comprendere maggiormente la realtà del fenomeno religioso − e del proprio percorso −, che può essere analizzato anche nella sua dimensione storica, culturale, antropologica, letteraria. Per raggiungere questi obiettivi, vengono realizzati incontri, corsi, laboratori, seminari e attività formative di vario genere.

Semplicemente Cristiani non fa parte di alcuna Chiesa. Per scoprirne la visione sotto il profilo della fede e dell’approccio alle Scritture è possibile leggere questi contenuti:

→ Come cercare e trovare Dio
→ Come pregare Dio per raggiungere il suo cuore
→ Contemplare: arrivare vicini al cuore di Dio
→ Conoscere la realtà dello spirito
→ Come leggere la bibbia e il vangelo
→ L’insegnamento di Gesù: essere cristiani
→ La tua guida spirituale


Marco Papasidero nasce nel luglio del 1988 in Calabria. Fin dall’infanzia dimostra di essere affascinato dalle religioni − e in particolare dal cristianesimo −, dalle tradizioni e dalla spiritualità. Ancora ragazzino, inizia un proprio percorso basato sulla personale ricerca di Dio, che con il tempo lo porta a costruire un proprio modo di vivere la spiritualità, lontano dalle forme precostituite e nella libertà di pensiero e indagine. Questo interesse ben presto acquista vigore e maturità, diventando l’ambito di studio e ricerca al quale dedicarsi. Dopo il diploma di maturità al Liceo classico, si iscrive alla Facoltà di Lettere e filosofia, conseguendo la laurea triennale in Lettere moderne con una tesi in Letteratura latina medievale. Completa il ciclo di studi con la laurea magistrale in Civiltà letteraria dell’Italia medievale e moderna, con una tesi in Storia medievale, incentrata sull’analisi della figura del carmelitano siciliano sant’Alberto degli Abati. Nel frattempo, nel 2009 diventa giornalista pubblicista, e nello stesso anno inizia la direzione della testata giornalistica Tempovissuto da lui fondata, oltre a collaborare con alcune riviste e quotidiani. Tra il 2010 e il 2012 tiene corsi di formazione nell’ambito della correzione bozze, del giornalismo e della scrittura.

Nel marzo 2016 consegue, presso l’Università di Messina, il dottorato di ricerca in Storia delle forme culturali euro-mediterranee: studi storici, geografici, religiosi, linguistici e letterari, con una tesi di argomento agiografico e storico-religioso sul culto dei santi e le traslazioni di reliquie nel medioevo. Attualmente è Cultore della materia in Storia del cristianesimo presso l’Università di Messina, e in Storia delle religioni presso l’Università per stranieri di Reggio Calabria. Collabora in qualità di recensore con varie riviste scientifiche (Studi medievali, Rivista di Storia della Chiesa in Italia e Cristianesimo nella storia) ed è membro dell’AISSCA (Associazione Italiana per lo Studio della Santità, dei Culti e dell’Agiografia), della SISR (Società Italiana di Storia delle Religioni), della SISMED (Società Italiana di Storici Medievisti) e del CSSRV (Centro Studi Santa Rosa da Viterbo). Partecipa annualmente a convegni di ambito storico-religioso a carattere scientifico. Collabora con la rivista di religioni, politica e società Confronti.

Le sue ricerche riguardano prevalentemente il culto dei santi, le reliquie, la taumaturgia e i miracoli, i testi agiografici, le mariofanie e l’antropologia religiosa. Alcune sue pubblicazioni e partecipazioni a convegni sono visionabili su Academia.edu.

CONTINUA A LEGGERE...